Salta al contenuto principale

Il vicepresidente leghista della Calabria: «Dirò “negro” e “frocio” finché campo»

La difesa della libertà comincia con la libertà delle parole: Nino Spirlì, vicepresidente leghista della Calabria, ha spiegato così la sua personale “resistenza” a quella che considera una prevaricazione da parte di lobby potentissime: «Dirò “negro” e “frocio” finché campo», ha detto intervenendo a un convegno organizzato dalla Lega a Catania.