Salta al contenuto principale

Com'è dura la vita in smart working

Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
1 minuto 56 secondi

In questa strana epoca le uniche persone felici (intendo che si sentono a proprio agio e stanno bene) sono quelli che stanno male. Agli ipocondriaci questa storia che uno può essere asintomatico non gli pare vero.

In pratica l’asintomatico è uno che potrebbe avere qualcosa ma non ne ha i sintomi. Per fare un esempio, io potrei essere intelligente ma asintomatico.

L’asintomatico è a tutti gli effetti una persona che si sente bene visto che non presenta sintomi specifici, ma quel termine “asintomatico” suona come una malattia, e agli ipocondriaci non pare vero. «Come stai?». «Male, sono asintomatico. Ieri non ho avuto niente, il che vuol dire che sono asintomatico attivo. Domani vado dal medico perché in famiglia soffriamo tutti di non avere niente, pensa che mio nonno è morto asintomatico a 102 anni». Parlo di quelli che vedono in ogni cosa un motivo di ansia e paura. Quelli che qualsiasi sintomo è una patologia severa. E se fisicamente non hanno niente, arriva in aiuto la mente. Un mio amico è in smart working da aprile per la depressione. Il motivo della depressione? Ha paura di perdere il lavoro. Siccome ha paura di perdere il posto, lavora da casa tre ore al giorno a stipendio pieno (essendo dipendente pubblico). Che vitaccia. L’altro giorno mi ha fatto vedere una scatola di medicine abbastanza grande da contenere una cucina da campo (commensali compresi), e mi ha detto che deve prenderle tutte. Conoscendolo, sono certo che ce la farà, a costo di farsi due ore di straordinari al giorno in smart working per riuscirci.

Ritengo che la sua patologia sia riconducibile a un disturbo chiamato “mancanza di partita Iva”. Ultimamente dice di avere problemi al colon; che mi ha spiegato è un lungo organo che sembra andare dappertutto, e a un certo punto passa anche per Calceranica. Ha il terrore che lo debbano operare. Dice che non vuole andare in ospedale e indossare uno di quei camici ci carta velina disegnati da pervertiti sadici, che quando li metti ti senti ancora più nudo di quando sei davvero nudo.

Gli ho detto che non succederà, di non essere così pessimista. Gli ho detto che magari i suoi problemi al colon sono l’effetto di tutti i proprietari di partita Iva che lo mandano a cagare quando si lamenta. Ehm, scusate la parola. (partita Iva, intendo).

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy