Salta al contenuto principale

Contributi a fondo perduto

da giovedì via alle domande

ecco come fare per richiederli

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 10 secondi

Conto alla rovescia per poter chiedere gli aiuti a fondo perduto. Giovedì partirà la fase di presentazione delle domande di contributo da parte degli operatori economici danneggiati dagli effetti della pandemia di Covid-19, in base a quanto previsto dalla legge ‘Riparti Trentino’. Come noto la legge provinciale, approvata lo scorso 13 maggio per favorire la ripresa economica ed occupazionale del Trentino dopo la pandemia, con uno stanziamento di risorse pari a circa 89 milioni di euro per l’anno 2020, stima siano circa 27.000 gli operatori economici potenzialmente interessati. Per consentire loro di predisporre la documentazione necessaria, e soprattutto per sciogliere preventivamente eventuali dubbi in merito al diritto di accesso a questa opportunità, la Provincia ha predisposto il sito informativo https://ripartitrentino.provincia.tn.it. Da qui è possibile accedere ad una sezione appositamente dedicata alle Faq o domande frequenti, per ottenere tutti i chiarimenti necessari.

Chi può chiedere il contributo? Un lavoratore autonomo – senza dipendenti – può chiedere il contributo? Possono richiederlo le imprese agricole? Come assolvo al vincolo sul pagamento dei fornitori? Cosa si intende con “grave danno in conseguenza dell’epidemia Covid-19”, che i richiedenti devono dimostrare di avere subito per poter accedere al contributo, e come si determina?

Sono queste alcune delle domande che sono pervenute agli uffici provinciali, da parte di operatori economici interessati alle misure che la Provincia ha elaborato per fronteggiare gli effetti dell’emergenza Coronavirus, ed in particolare ai contributi a fondo perduto. Nel sito, è possibile trovare subito le risposte a circa una trentina di domande-tipo, fra cui alcune riguardanti gli aspetti fiscali.

La scadenza per la presentazione delle domande – attraverso il servizio on line per la compilazione della domanda che la Provincia sta predisponendo – è il 31 luglio. L’11 giugno non sarà quindi un cosiddetto “click day”. Il provvedimento non intende favorire chi arriva per primo e tutte le domande riceveranno la dovuta considerazione.

Il servizio on line per la compilazione della domanda, che sarà reso disponibile sul sito https://ripartitrentino.provincia.tn.it prevede come sistema di autenticazione e riconoscimento uno strumento di identità digitale - Spid (www.spid.gov.it), Tessera sanitaria/Carta Provinciale dei Servizi (Ts/cps) o Carta Nazionale dei Servizi (Cns) - e l’utilizzo della firma digitale per la sottoscrizione della domanda. Si invitano pertanto gli operatori economici a dotarsi di tali strumenti e di tenere monitorato il sito dedicato in quanto nei prossimi giorni saranno fornite ulteriori indicazioni tecniche di dettaglio, in vista dell’avvio della presentazione delle domande. Resta ferma la possibilità per gli operatori di delegare la presentazione e sottoscrizione della domanda ad un intermediario (commercialista, Cat, centro assistenza contabile, Hub o quant’altro).

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy