Salta al contenuto principale

Itas, una brutta sconfitta

A Monza non bastano i 32 di Nimir

Chiudi
Apri

Marco TRABALZA - Itas Trentino Volley

Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
4 minuti 10 secondi

L’Arena di Monza respinge il tentativo di assalto dell’Itas Trentino. Cedendo per 2-3 ai padroni di casa del Vero Volley, questa sera la formazione gialloblù ha dovuto fare i conti con la quarta sconfitta in regular season SuperLega Credem Banca, lasciando momentaneamente la zona play off (proprio in favore dei brianzoli) al termine di una partita rocambolesca e piena di recriminazioni. 
Dopo una partenza difficile, Giannelli e compagni erano stati bravi a reagire e, guidati dal solito grande Nimir (32 punti col 66% in attacco, un muro e sei ace), erano riusciti a ribaltare il risultato portandosi avanti sul 2-1. In seguito la squadra di Lorenzetti non è però riuscita a completare l’opera, lasciando nettamente il quarto set ai padroni di casa e cedendo allo sprint anche il tie break, che aveva saputo guidare sino all’8-6 in proprio favore. 
La cronaca del match. A Monza l’Itas Trentino accusa solo la perdurante assenza di Michieletto, con Lorenzetti che quindi non ha particolari dubbi nel confermare il sestetto tipo: Giannelli in regia, Nimir opposto, Kooy e Lucarelli in banda, Podrascanin e Lisinac centrali e Rossini libero. Il Vero Volley propone Orduna al palleggio,
Lagumdzija opposto, Lanza e Dzavoronok in posto 4, Galassi e Holt al centro, Brunetti libero. L’avvio di match è nel segno di Monza, che con battuta e attacco prova a creare subito un mini vantaggio (0-2, 3-5 e 7-9), ma gli ospiti la riprendono puntualmente sfruttando i buoni spunti personali di Nimir (muro per il 5-5) e Lucarelli (ace per il 9-9).  Con due block Trento mette per la prima volta il naso avanti (12-11 e 14-12) grazie ai punti personali di Lisinac e dello stesso brasiliano. Il time out schiarisce le idee ai padroni di casa, che con Orduna al servizio (anche un ace diretto) prima pareggiano i conti (15-15) e poi passano nuovamente a condurre anche grazie ad un muro di Dzavoronok su Lisinac (16-18). Nella parte finale a scavare definitivamente la differenza è la battuta di Lanza: con due ace consecutivi, l’ex capitano di Trento proietta i suoi sul +6 (16-22), mettendo di fatto la parola fine anticipata al primo parziale, che poi si conclude sul 21-25.
L’Itas Trentino prova a scuotersi in avvio del secondo periodo, puntando sugli attacchi potenti di Kooy e Nimir che costruiscono un promettente vantaggio iniziale (3-1 e 5-3), poi confermato in seguito sino al 10-8. Podrascanin mura una pipe di Lanza e porta i suoi sul +3 (12-9), costringendo i lombardi al time out; alla ripresa Nimir picchia forte e Giannelli mura Dzavoronok, producendo il massimo vantaggio (+6, 15-9). Il Vero Volley però non è domo e con Lanza (block e contrattacco) e Galassi (ace) risale sino al meno tre (16-13); è solo l’ultimo tentativo di reazione dei locali, che poi lasciano definitivamente spazio agli avversari (20-15 e 25-21), trascinati dagli attacchi di Lucarelli e Nimir.
Dopo il cambio di campo, Trento torna sulla stessa lunghezza d’onda del precedente parziale, fra battuta ed attacco con Nimir scatenato (6-2, 11-6). Eccheli spende due time out nel giro di pochi minuti, senza trovare la reazione desiderata e allora l’opposto trova sempre più spazio (18-11, 20-12) con il Vero Volley che rialza la testa solo nel finale (23-19), anche grazie all’ingresso di Sedlacek per Lanza. Ci pensa ancora Nimir a firmare i punti che valgono il 2-1, sul 25-19.
Il quarto parziale fa segnare una nuova inversione di tendenza, con i padroni di casa che confermano Sedlacek in campo e trovano subito il doppio vantaggio (3-5) che poi raddoppia (8-12) quando Lagumdzija si scatena a rete. Lorenzetti interrompe il gioco, ma la squadra gialloblù non riesce più a ritrovarsi e cede sotto i colpi sempre più precisi anche di Dzavoronok e Holt (13-18, 15-22 e 16-25).
Il tie break regala rocamboleschi capovolgimenti di fronte (3-1, 4-5, 7-5, 10-12) e alla fine premia Monza che con Sedlacek capitalizza la seconda palla match sul 13-15.
L’Itas Trentino soggiornerà fino a lunedì pomeriggio in Brianza, prima di proseguire il proprio viaggio verso la Svizzera, dove fra mercoledì e giovedì scenderà in campo ad Amriswil per il secondo ed ultimo girone preliminare di 2021 CEV Champions League da giocare con Dinamo Mosca e Lindaren Volley.

Di seguito il tabellino della partita valevole per la settima giornata di regular season SuperLega Credem Banca 2020/21, giocata questa sera all’Arena di Monza.

Vero Volley Monza-Itas Trentino 3-2
(25-21, 21-25, 19-25, 25-16, 15-13)
VERO VOLLEY: Lanza 9, Holt 11, Lagumdzija 23, Dzavoronok 17, Galassi 4, Orduna 2, Brunetti (L); Beretta 2, Sedlacek 10. N.e. Falgari, Calligaro, Federici, Ramirez Pita. 
All. Massimo Eccheli.
ITAS TRENTINO:
 Lucarelli 10, Lisinac 4, Abdel-Aziz 32, Kooy 12, Podrascanin 8, Giannelli 3, Rossini (L); De Angelis, Sosa Sierra, Sperotto, Cortesia e Argenta. All. Angelo Lorenzetti.
ARBITRI: Braico di Torino e Zavater di Roma.
DURATA SET: 28’, 28’, 29’, 25’, 21’; tot 2h e 11’.
NOTE: 192 spettatori, incasso non comunicato. Vero Volley: 11 muri, 9 ace, 22 errori in battuta, 8 errori azione, 56% in attacco, 37% (14%) in ricezione. Itas Trentino: 8 muri, 7 ace, 22 errori in battuta, 4 errori azione, 55% in attacco, 45% (19%) in ricezione. Mvp Sedlacek

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy