Salta al contenuto principale

L'Alto Adige resta zona rossa

ma con negozi e bar aperti

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
0 minuti 51 secondi

Resta “aperta” la provincia di Bolzano, anche se confermata ieri zona rossa dal governo.

L’attuale regime, con negozi e bar aperti (fino alle ore 18) e scuole in presenza, è stato per il momento confermato. Da Palazzo Widmann, la sede della giunta provinciale, «l’Iss assegna all’Alto Adige un Rt al 1,03, rispetto al 1,50 della settimane scorsa. Il numero dei pazienti in terapia intensiva é in calo (ora 24, rispetto ai 30 all’inizio della settimana) ed é perciò attualmente sotto la soglia allarme».

Come viene ribadito, «è sotto la soglia di allarme anche la percentuale dei posti letto occupati in area medica.

L’alta incidenza si spiegherebbe con l’altissimo numero di tamponi per 100.000 abitanti in Alto Adige, che è oltre tre volte sopra la media nazionale. Comunque l’Azienda sanitaria altoatesina rimane in stretto contatto con gli esperti dell’Iss e del Cts per ulteriori verifiche e per una costante analisi dei dati.

La Provincia di Bolzano «interverrà subito con misure restrittive, anche rigorose, se gli indicatori dovessero peggiorare e se il trend di miglioramento non venisse confermato».

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy