Salta al contenuto principale

Apt della Val di Fiemme

presidente Paolo Gilmozzi

(e la Lega gli fa la guerra)

 

Chiudi
Apri

@ladige

Tempo di lettura: 
2 minuti 31 secondi

Come previsto, al di là delle obiezioni e delle critiche, anche molto forti, espresse dalla Lega Nord nel comunicato del direttivo di Fiemme e Fassa condiviso dal consigliere provinciale Gianluca Cavada, Paolo Gilmozzi, albergatore ed ex assessore al turismo del Comune di Cavalese, oggi consigliere comunale di minoranza, è stato eletto mercoledì pomeriggio nuovo presidente dell’Apt della Valle di Fiemme, succedendo così a Renato Dellagiacoma di Predazzo, che, dopo due mandati triennali, ha deciso di lasciare. 

Gilmozzi non ha ottenuto per altro un voto unanime, visto che sono stati otto i consiglieri favorevoli e tre gli astenuti. Come suo vice, è stato nominato Fabio Vanzetta, ex sindaco di Ziano, che ha quindi mantenuto l’incarico ricoperto in precedenza e che, come da accordi interni, si occuperà di bilancio e di mobilità. «Questo - ha affermato subito dopo l’elezione Gilmozzi - è un importante riconoscimento alla categoria degli albergatori, il cui rappresentante è chiamato per la prima volta ad un incarico di tale rilievo».
Va ricordato che anche Dellagiacoma era ed è un importante rappresentante della categoria alberghiera, anche se nella precedente legislatura era stato designato da parte degli impiantisti. «Ringrazio i colleghi - ha detto ancora il neo presidente - per avermi proposto e sostenuto con fiducia, con l’impegno comune per contribuire fattivamente allo sviluppo del turismo, un settore decisivo per l’economia locale. Ringrazio anche tutti i rappresentanti delle altre categorie ed enti che mi hanno accordato la loro fiducia in un clima sereno e costruttivo».
Per quanto riguarda il futuro, «l’Apt - ha sottolineato - ha molte sfide davanti: l’integrazione con l’ambito di Cembra-Pinè e con i nuovi livelli proposti dalla riforma Failoni, la necessità di affrontare le difficoltà dovute alla pandemia da Covid-19 e a un prevedibile calo di risorse, l’Olimpiade e il rinnovamento del prodotto turistico, soprattutto per quanto riguarda la viabilità e l’uso sostenibile del territorio. Tutto questo suggerisce di rafforzare l’attività attuale con un rinnovato impegno per definire una strategia e una visione comune che guardino al domani, riconoscendo in tal senso l’importante lavoro svolto fino ad oggi dal consiglio di amministrazione uscente e in particolar modo dal presidente Renato Dellagiacoma. A loro e a tutti i nostri preziosi collaboratori, vero punto di forza dell’Apt, va il nostro grande ringraziamento. Per percorrere questo nuovo cammino sarà fondamentale il lavoro del consiglio e del comitato esecutivo, ma anche il coinvolgimento di tutti i soggetti pubblici e privati presenti in assemblea. Assieme a loro andrà avviato un percorso di condivisione anche pubblica, che, tra l’altro, confermi il ruolo della nostra Apt quale interlocutore centrale nelle politiche di sviluppo e promozione turistica del territorio».
Ricordiamo che Paolo Gilmozzi sarà affiancato dal direttore Giancarlo Cescatti e dal consiglio di amministrazione formato da Fabio Vanzetta, Pierluigi Brigadoi, Claudio Comini, Ilaria Dalle Nogare, Licia Deflorian, Giuseppe Facchini, Luca Guadagnini, Luca Tomasini, Alberto Vaia e Diego Zorzi. Confermato, rispetto agli ultimi anni, il collegio sindacale, formato dal presidente Gianpaolo Bortolotti e da Giorgio Zorzi e Damiano Boschetto.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy