Salta al contenuto principale

Dopo i rinvii, a fine mese è atteso

il via al cantiere del liceo Maffei

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
1 minuto 47 secondi

Di rinvio in rinvio poco ci manca che si arrivi all'inizio del nuovo anno scolastico. E la prospettiva è tutt'altro che campata in aria considerando i tempi del «pubblico» e la necessità di studiare una viabilità adeguata per un cantiere che è sicuramente uno dei più imponenti degli ultimi anni a ridosso del centro storico.

Stiamo parlando dei lavori di ristrutturazione e ampliamento del liceo Andrea Maffei (nel rendering il risultato previsto), opera da oltre una ventina di milioni di euro attesa da decenni da insegnanti e studenti dello storico istituto cittadino, per la quale già a giugno la Provincia aveva annunciato la partenza con l'inizio del mese di luglio. Speranza vana.

I lavori sono stati assegnati, il contratto è stato aggiornato e firmato, i 45 giorni di legge per dare inizio all'opera scadono a ridosso della fine di agosto e in teoria è proprio nell'ultima settimana del mese che si dovrebbero vedere le ruspe entrare in azione e contemporaneamente scomparire l'ottantina di posti auto a pagamento attualmente ospitati sull'area ex 5 Maggio. «Abbiamo parlato coi responsabili del procedimento in Provincia e ci hanno detto che sicuramente il cantiere partirà dopo Ferragosto - ha fatto sapere ieri il sindaco Adalberto Mosaner - Ritengo e auspico entro la fine del mese o al massimo con lunedì 31».

I lavori dovrebbero essere conclusi da contratto in 1.415 giorni, tre anni e 8 mesi in pratica, il che significa pressapoco la primavera del 2024. Il cantiere prevede la demolizione delle palazzine adiacenti all'edificio storico e la costruzione di tre nuovi fabbricati (A, B e C). Questi ospiteranno rispettivamente un parcheggio interrato, una palestra con servizi accessori, un'aula magna, le aule destinate all'attività didattica (fabbricato A), le aule laboratori e una biblioteca (fabbricati B e C).

Nell'edificio storico esistente verranno realizzati nuovi spazi destinati all'attività amministrativa e del corpo docente. Dapprima, fanno sapere dalla Provincia, verrà realizzato il nuovo corpo (fabbricato A) insistente sull'area ex 5 Maggio. Completato l'edificio A, lì verrà trasferita l'attività didattica permettendo così la demolizione dei due fabbricati adiacenti all'edificio storico. Successivamente si procederà alla realizzazione dei due nuovi fabbricati B e C e al rifacimento completo della copertura dell'edificio storico nonché al miglioramento delle sue parti interne.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy