Salta al contenuto principale

«Via Venezia adesso è pericolosa

Dopo l'asfalto niente segnaletica»

Riva, Zanoni interroga

 

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 10 secondi

Da più di venti giorni ormai manca la segnaletica stradale orizzontale in via Venezia a Riva del Garda, perché dopo aver asfaltato la strada non si è ancora provveduto a tracciare nuovamente linee e scritte che regolano il traffico. A sollevare il problema   un'interpellanza a risposta scritta è il consigliere comunale del Pdt Alessio Zanoni, che si è rivolto al sindaco Cristina Santi.
«Intendo segnalare - scrive Zanoni - la situazione di pericolosità che persiste su via Venezia – nel tratto che va dall'intersezione fra via della Sega fino all'inizio di via delle Cartiere – a causa dei lavori eseguiti di asfaltatura ai quali non sono poi succeduti i lavori di rifacimento della relativa segnaletica orizzontale. I tempi sono davvero diventati trop, lunghi e superano orami i 20 giorni e vista la stagione invernale ormai alle porte il rischio che le condizioni meteo peggiorino rendendo poi di fatto impossibile completare il lavoro, è pressoché certo. A segnalare la situazione di "pericolo" c'è solo un cartello stradale provvisorio posto ad inizio cantiere, anche se la lunghezza del tratto coinvolto dai lavori è molto consistente e fra l'altro ci sono anche diverse intersezioni stradali oltreché numerosi passi carrai privati; infatti la strada ad alto scorrimento in quel tratto si trova "dentro" il centro abitato. Inoltre mancano soprattutto le linee zebrate su due attraversamenti pedonali molto utilizzati anche dall'utenza particolarmente a rischio come gli anziani e i bambini che si recano alle scuole».

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy