Salta al contenuto principale

Fiere e congressi: 2020

da lacrime e sangue

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
2 minuti 45 secondi

Fierecongressi chiude il 2020 con un fatturato dimezzato a causa della pandemia, da cui ne deriva oltre il 65% in meno dell'indotto generato sul territorio, ma prosegue il percorso di riprogrammazione e rinnovamento di prodotti e servizi per garantire una nuova spinta propulsiva dopo la ripresa. Mantenere le persone al centro rafforzando le relazioni consolidate negli anni con partner, clienti e collaboratori: questo l'assunto attorno a cui si è sviluppata la strategia adottata da Riva del Garda Fierecongressi, ente gestore del polo fieristico e congressuale del Trentino, nel corso dell'anno appena finito e che ha visto spingere l'acceleratore su interventi strutturali precedentemente avviati. 

«Nel 2020 non ci siamo fermati, sviluppando un ventaglio di attività in risposta alla crisi che ha visto al centro i nostri clienti, con i quali ci siamo impegnati a intensificare i rapporti supportandoli e accompagnandoli nell'affrontare questo periodo storico - osserva il presidente Roberto Pellegrini - Mai come oggi abbiamo cambiato il nostro modo di reagire tempestivamente alle sfide che si sono presentate, continuando a lavorare con flessibilità e spirito d'innovazione per essere parte di un tessuto economico e sociale che conta sui nostri eventi e spinge per la ripartenza. Nessuno può sfuggire alla necessità di sottoporre il proprio modus operandi a profonde rivisitazioni: una necessità a cui Riva del Garda Fierecongressi guardava già prima dell'esplosione del Covid-19 e di cui la pandemia ha elevato l'urgenza di accelerarne i tempi di realizzazione. Permane - prosegue Pellegrini - l'incertezza sulle prospettive per la stabilizzazione della situazione pandemica nel 2021, per cui si auspica una riapertura graduale agli eventi nonostante la programmazione resti ad oggi mutevole. In tale quadro, è quanto mai importante far fronte comune sul territorio a livello pubblico e privato, per ragionare circa una strategia congiunta che consentirà di arginare i danni che questa lenta ripresa ci porterà in futuro». 

Il 2020 ha visto il fatturato in riduzione di circa il 50% rispetto ai 14,6 milioni di euro del 2019, una significativa contrazione imputabile alla pandemia i cui effetti principali sono stati: l'impossibilità di svolgere in modo regolare l'importante edizione estiva della manifestazione fieristica core della Società, Expo Riva Schuh e Gardabags, la mancanza pressoché totale della stagione congressuale e la forte riduzione dell'attività sul fronte dei servizi correlati. Di conseguenza c'è stata una flessione dell'indotto economico generato sul territorio. A fronte di un valore economico complessivo di circa 29 milioni di euro derivanti dall'organizzazione di fiere e congressi in un anno di regolare attività - secondo un'analisi effettuata dall'Università degli Studi di Trento nel 2016 - per il 2020 la perdita di indotto diretto e indiretto è stimata in oltre il 65%. Ripercussioni che coinvolgono il sistema economico e turistico locale, albergatori e fornitori dell'Alto Garda e non solo.

Il risultato è stato in parte mitigato dalla fortunata collocazione a calendario di Expo Riva Schuh a gennaio e Hospitality a febbraio 2020, importanti appuntamenti fieristici che hanno permesso di mettere a segno ottimi risultati nei primi due mesi dell'anno. Particolarmente colpito il settore congressuale: nelle brevi parentesi di apertura del 2020, il Centro Congressi di Riva del Garda ha potuto ospitare in totale 19 meeting ed eventi, contro i 73 ospitati nel 2019, causando una riduzione delle presenze di circa il 90%. Sul finire dell'estate anche la Spiaggia degli Olivi ha potuto riaccendere le luci per un breve frangente in occasione delle serate organizzate nell'ambito della Notte di Fiaba e di Garda Jazz Eventi.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy