Salta al contenuto principale

Settimana dell'accoglienza:sabato

testimonianze di solidarietà sui ponti

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 45 secondi

Sarà un'occasione per riflettere su cosa significa vivere assieme e accogliere chi viene da fuori.

Sarà un'opportunità per confrontarsi su tematiche complesse, sarà, soprattutto, un modo per chiedersi qual è il nostro ruolo in scenari che vanno al di là dell'orizzonte dato dai confini nazionali.

Per questo il Cnca - Coordinamento nazionale comunità di accoglienza - ha deciso di organizzare la «Settimana dell'Accoglienza», una giornata solidale, domani, sabato, sui ponti di Rovereto.

A Rovereto le realtà che lavorano per promuovere l'inclusione si stanno muovendo per continuare a dare voce al bisogno di accoglienza, cura e integrazione, che la pandemia ha evidenziato come tema sempre più rilevante.

«Per questo motivo, nonostante tutte le limitazioni imposte dalla situazione, - spiegano gli organizzatori - abbiamo deciso di esserci, per dare un segnale forte di presenza e per tornare a ribadire il valore dell'accoglienza. È proprio in questo tempo strano che ci siamo resi conto con ancor più forza di quanto la relazione con l'altro sia fondamentale, sia da vicini che da lontani, sia come individui sia come comunità, sempre. Cogliendo la proposta nazionale abbiamo deciso quindi di trovarci sabato 26 settembre alle 16 su diversi ponti della città: luoghi simbolici di unione, rappresentazione concreta e umana dell'unità e della diversità che possono stare insieme e dialogare. Con le 19 realtà promotrici saremo presenti sui ponti del Leno per condividere un momento di riflessione e per testimoniare l'importanza di fare sinergia.

Poiché, data la situazione, le azioni possibili e concrete non sono molte, l'adesione quest'anno avverrà principalmente a distanza, tramite i social, seguendo gli hashtag #settimanadellaccoglienza #ponticheuniscono. Sarà un modo diverso per vivere l'evento, ma altrettanto significativo: è attraverso il dialogo, il racconto e la condivisione che si costruisce la comunità».

Le realtà organizzatrici sono tante: Centro per la Pace, l'Ecologia e i Diritti Umani, Cooperativa Sociale Punto d'Approdo, Atas Onlus, Fondazione Comunità Solidale, Cedas Rovereto, Anpi Rovereto, Associazione NOI Borgo Sacco, Associazione NOI Santa Caterina, Comitato Resistenza Pacifica, Lucicate Onlus, Associazione Culturale La Macchia, Forum Trentino per Pace e di Diritti Umani, Cooperativa Sociale Gruppo 78, Scout Agesci, Cooperativa Girasole, Fondazione Famiglia Materna, Energie Alternative, Croce Rossa Italiana, Scout Cngei.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy