Salta al contenuto principale

Borgo Sacco, dopo i vandalismi

contro le auto arriva la telecamera

nel parcheggio di via Fedrigotti

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 17 secondi

L'occhio elettronico della telecamera sta tenendo sotto controllo il parcheggio di via Fedrigotti a Borgo Sacco. Da qualche giorno infatti l'amministrazione comunale di Rovereto, in accordo con le forze dell'ordine che vigilano in città (polizia, carabinieri e polizia locale), ha deciso di spostare la telecamera che alcune settimane fa era stata installata nel parco di Santa Maria per monitorare quest'altro angolo della città.

Non è una scelta casuale, naturalmente. Il parcheggio di via Fedrigotti, infatti, è stato più volte preso di mira dai malintenzionati che hanno tagliato le gomme alle automobili parcheggiate in passato. La telecamera ha proprio questo scopo: quello di catturare qualche indizio che possa smascherare i colpevoli di episodi come questo o comunque di avere una funzione di deterrente in questo senso. Almeno l'auspicio è questo.

Il fenomeno delle gomme tagliate - che si può definire così a Borgo Sacco perché gli episodio sono stati svariati, purtroppo, negli ultimi anni - è un incubo soprattutto per i residenti della zona. E in seguito ai diversi fatti accaduti non sono stati presi provvedimenti, perché gli autori fino ad ora sono riusciti a farla franca anche se le case più vicine sono proprio a ridosso dell'area di sosta.

La telecamera posizionata (e segnalata come richiede la legge) all'ingresso del parcheggio ha dunque questo obiettivo ed è un chiaro esempio di come il sistema di videosorveglianza progettato per la città possa essere anche flessibile. Non tutti gli obiettivi che verranno installati nei prossimi mesi, dapprima in centro storico e poi nelle periferie, potranno essere spostati. Però alcune delle telecamere previste nella grande rete di vigilanza hanno questa funzionalità e quindi potranno essere utili proprio per casi come questo, in cui è necessario un controllo temporaneo ad esempio. Ecco allora che l'obiettivo puntato in via Fedrigotti può rendere l'idea di questa funzione.

Come già anticipato, la videosorveglianza sarà "comandata" dalla centrale operativa della polizia locale di Rovereto delle valli del Leno, nel comando di via Parteli che si sta attrezzando per questo. Una volta a regime, l'idea è quella di condividere queste informazioni anche con le altre forze dell'ordine per avere un controllo più efficiente ed efficace della città.
Si parte dunque da qui, da questi apparecchi flessibili che possono soddisfare esigenze come quella di Borgo Sacco dove la gente da tempo chiedeva maggior controllo per prevenire e, se possibile, reprimere episodi di danneggiamenti come quelli subiti in passato.
La telecamera installata nei giorni scorsi all'ingresso del parcheggio di via Fedrigotti resterà lì finché le forze dell'ordine lo riterranno necessario o almeno fino a quando non ci sarà bisogno di quell'occhio elettronico da qualche altra parte della città. Nel parco di Santa Maria invece, dove era stata montata precedentemente, è prevista una telecamera fissa che farà parte della rete di videosorveglianza progettata per il centro storico cittadino.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy