Salta al contenuto principale

Parcheggi: nuove tariffe tra proteste e rassegnazione

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 27 secondi

adeguamento parcometri stalli blu parcheggiIl più fortunato è stato un automobilista che ieri ha parcheggiato l'auto alle 8.40 in via Galilei: sebbene i cartelli già indicassero che la tariffa oraria della sosta era di 1,80 euro, ha pagato ancora 1 euro.
Alle 12.20, però, chi ha preso il suo posto ha dovuto recarsi all'edicola più vicina per procurarsi moneta: «Devo lasciare l'auto qui fino alle 18, per mia moglie. Dovrò pagare 10 euro e 80, mentre ieri erano solo 6. Davvero esosi». 

Nessun «favoritismo», però: il fatto è che, per tutta la giornata di ieri, sono proseguiti gli adeguamenti delle colonnine blu. Così, ieri mattina, anche chi ha parcheggiato in piazza Mostra (altra area passata a 1,80 euro) ha pagato 1 euro l'ora. Ma nel pomeriggio la macchina è stata aggiornata ed è scattata la nuova tariffa.

E se l'automobilista di via Galilei alla fine ha allargato le braccia e ha pagato, non è la rassegnazione l'unico sentimento con cui sono stati accolti gli aumenti tariffari decisi dal Comune e attuati tra lunedì e ieri nelle cinque zone colorate di Trento città: c'è anche rabbia, tra chi parcheggia, per un altro aumento che va ad appesantire il bilancio familiare.

A Trentino Mobilità, però, ieri non avevano ricevuto proteste formali: «Entro sera adegueremo tutti in parcometri ai nuovi prezzi, poi da lunedì riavvieremo i controlli, che questa settimana abbiamo sospeso». Intanto, a non essere adeguato è il sito della società, che riporta ancora le vecchie, care e superate tariffe.

«Chi viene a chiedere moneta qui non nasconde il proprio malcontento - racconta la titolare dell'edicola di via Galilei -. Il commento più frequente è: "Non si può più venire neppure in centro a fare acquisti". La gente ha già pochi soldi, gravarla di nuovi costi è solo controproducente». Alle proteste in via Galilei, che insieme a piazza Mostra e piazza Santa Maria Maggiore è l'area che subisce i rincari maggiori (ma entro fine anno sarà anche interdetta alla circolazione e alla sosta, dunque i consistenti aumenti vanno letti anche in questo contesto), si aggiungono quelle registrate lunedì su via Cervara, dietro al castello del Buonconsiglio, ossia in piena fase di adeguamento: «Molti - spiega una negoziante - si sono lamentati perché non era specificata sul parcometro la tariffa applicata». Disagio momentaneo, visto che ieri segnaletica e parcometro indicavano chiaramente che la sosta in zona costa 1,50 euro l'ora.

Praticamente, adesso, costerà meno lasciare l'auto in alcuni parcheggi coperti limitrofi al centro: all'Autosilo gestito dalla stessa Trentino Mobilità, si continuerà a pagare 1,20 euro l'ora; al «Duomo» (nel complesso «Finestra sull'Adige») le tariffe sono aumentate il 1° giugno ma restano molto basse: da 30 centesimi si è passati a 80 centesimi l'ora, la sosta per tutta la notte è salita da 2 a 4 euro e il sabato pomeriggio il parcheggio è gratuito; al Centro Europa si paga 1,10 euro l'ora. Probabile che d'ora in poi vengano presi d'assalto, magari insieme agli autobus.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy