Salta al contenuto principale

Via 4 Novembre a Gardolo

Ok al progetto per la sicurezza

 

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 19 secondi

La buona notizia, per Gardolo, è che per via 4 Novembre, dopo tanta attesa e tanti solleciti, dei residenti e della Circoscrizione, un punto fermo c'è per quanto riguarda la sua messa in sicurezza. La giunta comunale, nella seduta di lunedì scorso, la penultima della consiliatura, ha approvato in linea tecnica il progetto esecutivo che prevede alcuni interventi di miglioramento. La spesa prevista è pari a 160 mila euro.

Certo, i problemi della trafficata via 4 Novembre, l'accesso storico al sobborgo prima dell'apertura dell'asse a quattro corsie di via Bolzano-via Brennero, sono strutturali. Basti ricordare la presenza delle attività produttive e commerciali che attirano traffico pesante, di cui sono emblema le bisarche che sostano sulla carreggiata per lo scarico di vetture per la concessionaria d'auto. Finché l'amministrazione non prenderà in mano l'intero comparto urbanistico racchiuso tra via 8 Marzo, a monte, e via 25 Aprile a valle, poco si può fare. Anzi, la contestata nuova lottizzazione all'angolo tra via 25 Aprile e via 4 Novembre, che ha portato alle dimissioni anticipate dei consiglieri della Circoscrizione, attirerà inevitabilmente nuovi flussi di traffico.

Quel "poco" che si può fare è racchiuso nel progetto esecutivo citato. Cinque gli interventi previsti. In via 25 Aprile-via Drava, la eliminazione di un paio di posti auto sul lato ovest (verso il Bondone) della carreggiata e la rimozione di cordonate sul lato est e ovest per realizzare l'abbassamento del marciapiede per l'attraversamento pedonale a norma disabili. Sarà realizzata anche un'isola pedonale spartitraffico prefabbricata, con un segnalatore luminoso a led in posizione centrale.

In via 2 Giugno, l'attraversamento pedonale posto sul lato nord sarà eliminato ed il marciapiede sul lato sud sarà modificato per permettere una corretta fluidità del traffico veicolare, perché è prevista la posa di un'isola pedonale. In via 2 Giugno-via Passirio (è il terzo intervento) è prevista la rimozione di 5-6 posti auto sul lato ovest della carreggiata. Qui verranno realizzate due aiuole e ricavata un'isola pedonale dotata di adeguata segnaletica stradale.

All'altezza di via 8 Marzo (accesso stabilimento Abbasciano) si prevede l'eliminazione di 4 posti auto sul lato est di via 4 Novembre, la rimozione di cordonate su entrambi i lati per garantire l'attraversamento a norma disabili. Qui, sul lato ovest, verranno realizzate due aiuole ed un'isola pedonale ed il marciapiede sul lato est sarà modificato a partire dal nuovo attraversamento pedonale fino alla fermata esistente dell'autobus. Anche qui sarà creata un'isola pedonale prefabbricata con segnalatore luminoso a led.
Infine, il quinto intervento di "messa in sicurezza": riguarda il parcheggio esistente nei pressi della scuola media Pedrolli. È prevista la fresatura della segnaletica orizzontale esistente di 6 posti auto e la rimozione della cigliature verso il centro sportivo (piscina), con successiva posa di nuova cordonata in calcestruzzo. In prossimità della fermata degli autobus, saranno posati (a 1,30 metri di distanza dall'attuale cigliatura del marciapiede) 9 cavallotti allo scopo di separare la fermata dall'area parcheggio. Sarà quindi rifatta la segnaletica orizzontale dei posti auto.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy