Salta al contenuto principale

Raccolta rifiuti, la Comunità

prepara una serie di novità

Borgo, per la plastica servono nuove modalità

Chiudi

Borgo, rifiuti

Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
2 minuti 19 secondi

Novità in arrivo per il servizio di raccolta dei rifiuti.

Martedì prossimo, infatti, i 18 sindaci della Comunità si incontreranno a palazzo Ceschi con il presidente Attilio Pedenzini ed i tecnic.

In discussione la ricalibrazione di un servizio che, da quando a giugno è iniziata la raccolta degli imballaggi leggeri, sta facendo discutere.

Un collegio dei sindaci a cui il primo cittadino di Borgo Fabio Dalledonne si presenterà dopo un consiglio, quello di giovedì sera, che su questa problematica ha approvato una mozione presentata dai tre consiglieri di minoranza dell’Upt Samuele Campestrin, Sandro Dandrea e Fabio Pompermaier.

Il messaggio che arriva da Borgo, destinataria la Comunità di Valle, è chiaro. Bisogna individuare nuove modalità di raccolta del materiale plastico sul territorio comunale.

Ma non solo. Servono anche diverse modalità di presidio e controllo del territorio idonee ad impedire l’abbandono scorretto di rifiuti nelle isole ecologiche.

Sia sindaco che le minoranze, ognuno a modo loro, hanno evidenziato la necessità di arrivare a dare una sterzata ad un servizio di raccolta rifiuti integrato che nessuno vuole mettere in discussione.

Ma a Borgo, soprattutto in talune zone, sia centrali che periferiche, bisogna pensare a nuove proposte e diverse soluzioni.

Esiste una convenzione, da alcuni mesi in essere tra la Comunità ed Ecoopera, società incaricata per i prossimi anni, che deve essere rispettata, questo sì, ma che, nel contempo, può essere ricalibrata.

Una politica ambientale, quella messa in campo dalla Comunità, che il consiglio comunale di Borgo condivide. Bisogna, però, fare alcuni passi avanti.

Ed uno di questi, sicuramente, è quello di mettere in campo strumenti utili ad accrescere nella popolazione il senso di responsabilità sulla tematica dei rifiuti avviando nuovamente dei percorsi formativi che coinvolgano bambini e ragazzi atti a sensibilizzarli sulla necessità di una «cultura del rifiuto». Martedì prossimo decideranno i sindaci, riunione calendarizzata da tempo.

In questi ultimi giorni da Trento è arrivata la conferma che la Provincia ha destinato altri 250 mila euro alla Comunità di valle per il servizio di raccolta rifiuti. Risorse che potrebbero servire, fin da subito, anche ad acquistare nuovi cassonetti con cui sostituire i sacchetti di plastici blu utilizzati per gli imballaggi leggeri.

In ballo anche l’ipotesi di passare da un servizio di raccolta bisettimanale a quello settimanale.

Non solo per Borgo ma in tutti i 18 comunità della Valsugana Orientale e Tesino. Più passaggi, però, significa anche nuovi costi a carico dei cittadini.

Via libera, infine, con i voti della maggioranza (astenuti Upt e Civitas) al nuovo schema di convenzione per l’affidamento in concessione del servizio di tesoreria comunale dal 1° gennaio 2018 al 31 dicembre 2022.
Quello precedente era andato deserto, in quanto gratuito.

Ora, con la modifica dell’articolo 7, il comune prevede un rimborso spese, all’Istituto che si aggiudicherà il servizio, di circa 8 mila euro. Il servizio è quinquennale per un costo di 40 mila euro.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy