Salta al contenuto principale

Festival Benedetti Michelangeli

grandissimi nomi, con Sokolov

da oggi in tutto il Trentino

Chiudi
Apri

Costanza Lion @ladige

Tempo di lettura: 
1 minuto 58 secondi

Una straordinaria carrellata di stelle di prima grandezza del pianoforte, affiancate da giovani talenti, animerà il festival Omaggio all’arte pianistica di Arturo Benedetti Michelangeli.

Il concerto inaugurale ha quale ospite il grande Grigory Sokolov, (stasera a Cles, all’Auditorium del Liceo «Russell», ore 21), che eseguirà Fantasia K 394 (K 383a), Sonata n. 11 K 331 e Rondò K 511 di Wolfgang Amadeus Mozart, oltre a Bunte Blätter op. 99 di Robert Schumann.

L’ingresso è a offerta libera (il ricavato sarà devoluto a scopo benefico), è consigliabile la prenotazione (info@prolococles.it, 0463-421376).

Tutti i restanti recital sono a ingresso libero, con inizio alle ore 21. A fianco della programmazione pianistica, presso il Palazzo Dal Lago di Cles, è allestita una mostra fotografico-documentaria sulle figure di Arturo Benedetti Michelangeli, Guido Cantelli e Carlo Maria Giulini (inaugurazione il 29/07, ore 16); sullo stesso tema il 12 agosto e il 23 (giornata conclusiva della mostra) sono previste due conferenze con proiezione di filmati, a cura di Stefano Biosa e Marco Bizzarini del Centro Documentazione Abm di Brescia. Il 18 agosto a Cogolo di Pejo sarà inoltre proiettato il film sulla vita di Beethoven «Amata immortale» (1994) di Bernard Rose.

Se il Festival è nato in Val di Rabbi, dove Benedetti Michelangeli si ritemprava allontanandosi dalle amarezze di una carriera vissuta sempre controcorrente, ora i concerti e altri eventi sono ospitati anche in località quali Pejo, Dimaro, Cles, Lavarone e Storo.

Il 1° agosto, al Teatro di Dimaro-Folgarida, a ricevere il testimone da Sokolov saranno Marco Gatti, Federico Baldi ed Enrico Rizzo, giovani pianisti del Conservatorio «Bonporti» di Trento, impegnati in musiche di Chopin, Mendelssohn, Scriabin, Schumann e Rachmaninov.

Domenica 2, nell’auditorium del liceo «Russell» di Cles, avrà luogo l’atteso recital di Boris Petrushansky (Haydn, Schubert e Musorgskij), preceduto lo stesso giorno (Palazzo Assessorile, ore 10.30) da una conferenza-incontro con l’interprete, ambasciatore della cultura musicale russa.

Lo straordinario talento di Sasha Grynyuk si esibisce martedì 4 a Dimaro in brani di Beethoven, Ravel e Brahms; venerdì 7 la pianista Luiza Borac («Steinway Artist») suona al Centro Congressi di Lavarone (musiche di Clara Wieck Schumann, Johannes Brahms e Robert Schumann). Un grande interprete della tastiera, François-Joël Thiollier, si esibisce sabato 8 a Cogolo di Pejo (Bach, Couperin, Rameau, A. Marcello, Bach-Brahms, Mozart e Chopin).

E poi, fino al 22 agosto, si susseguono i recital di altri pianisti di eccelso livello: Alexander Ullman a Storo, a Rabbi Bruno Canino, Gala Christiakova, Sofya Gulyak, Vitaly Pisarenko.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy