Salta al contenuto principale

Volley: per la Delta esordio

in A1 contro Brescia

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
2 minuti 38 secondi

197 giorni dopo la sospensione dei campionati per l'emergenza Covid-19, 231 giorni dopo la storica affermazione in Coppa Italia di A2, 2149 dopo l'esordio (nel nuovo millennio) nel campionato di A2, la Trentino Rosa è pronta a scrivere un'altra pagina indelebile della propria storia. Questo pomeriggio, infatti, la formazione di patron Postal, marchiata Delta Despar Trentino, farà il proprio debutto assoluto nel gotha del volley nazionale ospitando al Sanbàpolis (massimo 154 gli spettatori ammessi sugli spalti) la Banca Valsabbina Millenium Brescia nel match valido per la prima giornata d'andata del campionato di Serie A1 femminile. Per il mondo pallavolistico del Trentino sarà una prima volta assoluta, visto che mai in precedenza nessuna squadra della nostra provincia aveva raggiunto la massima serie, categoria nella quale ha invece militato alcune stagioni fa il Neruda Bolzano.
Il calendario offrirà immediatamente a Fondriest e compagne un banco di prova importante, perché al Sanbàpolis arriverà oggi (fischio d'inizio alle 18) una diretta concorrente per la zona salvezza come Brescia, squadra alla terza stagione in A1 che, sulla carta, dovrebbe far parte di quel gruppetto di squadre con le quali la Delta Despar Trentino dovrà cercare di giocarsela alla pari per mantenere la categoria. La Banca Valsabbina, in cui gioca la palleggiatrice trentina Bridi, è una squadra profondamente rinnovata in estate con gli arrivi delle opposte Nicoletti (ex Filottrano) e Decortes (ex Marignano), delle laterali Cvetnic (ex Sassuolo), Angelina (ex Filottrano) e Jasper (ex Aachen), delle centrali Berti (ex Busto Arsizio), Veglia (ex Casalmaggiore) e Botezat (ex Conegliano) e del libero Pericati (da Macerata).
Non sarà un esordio in A1 per Silvia Fondriest (nella foto) , che vi ha già giocato con Busto Arsizio: «Il mio primo anno di A1 lo ricordo molto bene, perché di fatto era un sogno che si avverava: chiunque da piccola, facendo i primi palleggi, sogna come punto d'arrivo la Serie A1 e così è stato anche per me. Questa volta sarà qualcosa di altrettanto emozionante e speciale perché questa è la mia società, la sento parte di me - spiega la capitana della Delta -. Sarà stimolante mettermi alla prova contro il top della pallavolo mondiale: più l'asticella si alza e più ci sarà da lavorare per colmare il divario ed è proprio questo ciò che stiamo facendo in palestra in queste settimane per arrivare pronte all'esordio e per poter essere protagoniste in questo campionato. Sarà un inizio con il botto, perché punti come quelli messi in palio domenica rischiano di rivelarsi davvero preziosi: noi, però, a questo non dobbiamo pensare ma dobbiamo semplicemente scendere in campo e tornare finalmente, dopo sei mesi, a fare ciò che più ci piace».
«Avrei preferito affrontare un'altra squadra - aggiunge Enrico Mazzola , tecnico di Brescia - magari di alta classifica perché ci avrebbe dato la possibilità di allungare il rodaggio con meno da perdere in termini di classifica. Trento sarà un'avversaria determinata in quanto al debutto in A1, giocherà con entusiasmo. Comunque noi siamo preparati e la squadra darà il massimo».
I precedenti ufficiali sono sei, giocati tra B1 e A2 dal 2013 al 2018, e sono tutti favorevoli alle gialloblù. Il match verrà trasmesso in diretta streaming su Lvf Tv, la web tv della Lega Pallavolo Serie A Femminile.
(mafo)

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy