Salta al contenuto principale

L'Itas torna a correre

Piacenza travolta per 3-0

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
3 minuti 20 secondi

Gas Sales Bluenergy Piacenza-Itas Trentino  0-3
(22-25, 13-25, 21-25)
GAS SALES BLUENERGY: Clevenot 8, Polo 3, Grozer 16, Russell 8, Candellaro 3, Hierrezuelo 2, Scanferla (L); Antonov 1, Izzo, Botto. N.e. Tondo, Shaw, Fanuli. 
 All. Lorenzo Bernardi.
ITAS TRENTINO:
 Lucarelli 8, Lisinac 10, Abdel-Aziz 20, Kooy 13, Podrascanin 6, Giannelli 1, Rossini (L); De Angelis. N.e. Cortesia, Argenta, Sperotto, Sosa Sierra. All. Angelo Lorenzetti.
ARBITRI: Sobrero di Carcare (Savona) e Vagni di Perugia.
DURATA SET: 28’, 23’, 27’; tot 1h e 18’.
NOTE: 498 spettatori, incasso non comunicato. Gas Sales Bluenergy: 0 muri, 4 ace, 11 errori in battuta, 6 errori azione, 47% in attacco, 38% (16%) in ricezione. Itas Trentino: 7 muri, 7 ace, 11 errori in battuta, 3 errori azione, 68% in attacco, 41% (4%) in ricezione. Mvp Nimir.

La corsa in SuperLega Credem Banca dell’Itas Trentino riparte dal PalaBanca di Piacenza. Nell’impianto in cui ha spesso giocato epiche sfide nei Play Off Scudetto, stasera la formazione gialloblù è tornata infatti a dare confidenza alla vittoria, superando a domicilio la Gas Sales Bluenergy col netto punteggio di 3-0. Un risultato che consente di muovere nuovamente la classifica (in cui gialloblù salgono a quota sei punti), ma che serve soprattutto per innalzare il morale della squadra di Lorenzetti. Reduci da due sconfitte consecutive in tre set nell’ultima settimana, Giannelli e compagni hanno gettato in campo tutta la loro voglia di riscatto che sovente è passata per le mani di Nimir (20 punti col 77% in attacco, un muro e due ace) ma anche per quelle dei ritrovati Lisinac (10 col 75% in primo tempo, 2 muri e 2 battute punto che hanno chiuso la partita) e Lucarelli (8 con l’80%). Il tutto orchestrato da un Simone Giannelli perfetto in cabina di regia, come raccontano bene gli zero muri realizzati dai padroni di casa ed il 68% di squadra a rete. Bene anche l’ex di turno Kooy, autore di 13 palloni vincenti ma anche di una prova di sostanza in seconda linea.

La cronaca del match. Al PalaBanca l’Itas Trentino deve fare a meno solo di Michieletto, motivo per cui Lorenzetti non ha dubbi nel confermare lo starting six visto anche a Civitanova Marche Giannelli in regia, Nimir opposto, Kooy e Lucarelli in banda, Podrascanin e Lisinac centrali e Rossini libero. La Gas Sales Bluenergy propone Hierrezuelo al palleggio, Grozer opposto, Russell e Clevenot in posto 4, Candellaro e Polo al centro, Scanferla libero. L’inizio di partita è promettente per i colori gialloblù, Nimir è subito in palla e conduce i suoi prima all’8-6 e poi al 10-7, che costringe Bernardi ad interrompere il gioco. In seguito Trento prende ancora più velocità (15-12, 18-14), approfittando di qualche errore a rete dei padroni di casa che però con Candellaro si rifanno subito sotto (21-19). Il time out di Lorenzetti è tempestivo; alla ripresa Giannelli e compagni ripartono di slancio e si portano in fretta sul 24-19 anche grazie ad una buona rotazione in battuta di Kooy, condita da anche da un ace. La reazione di Piacenza con Clevenot, sempre dalla linea dei nove metri, è tardiva: risale sino al 24-22 prima di cedere sotto l’attacco vincente di Nimir (25-22).

Sull’onda dell’entusiasmo per il set vinto, l’Itas Trentino inizia bene anche il secondo set (5-3 e 7-4) e, trascinata da Nimir e Podrascanin, scappa via sempre con maggiore personalità (12-6). L’opposto olandese è scatenato anche dalla linea dei nove metri e per Piacenza è notte fonda (14-7, 20-11), con lo stesso Nimir che chiude il conto già sul 25-12 con un nuovo ace. Il copione prosegue simile anche nel terzo periodo, dove i gialloblù prendono subito il largo (5-2) e tengono dritta la barra anche quando gli emiliani provano ad entrare in partita (da 6-5 a 9-5). Candellaro e Russell, gli ex di turno più freschi, suonano di nuovo la carica costringendo Lorenzetti ad interrompere il gioco sul 14-12. Alla ripresa, l’Itas Trentino è di nuovo lucida e spietata con Kooy (16-12), contiene il nuovo ritorno dei padroni di casa che arriva sino al 22-21 e chiude i conti con due ace consecutivi di un ritrovato Lisinac (25-21).

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy