Salta al contenuto principale

L'Itas sbanca Latina

Abdel-Aziz super

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
2 minuti 48 secondi

Top Volley Cisterna-Itas Trentino 1-3
(17-25, 20-25, 25-22, 24-26)
TOP VOLLEY: Tillie 14, Krick 6, Szwarc 13, Randazzo 13, Rossi 4, Seganov 1, Cavaccini (L); Onwuelo, Sottile, Cavuto 7. N.e. Rossato, Sabbi, Rondoni. All. Slobodan Kovac.
ITAS TRENTINO: Abdel-Aziz 19, Kooy 17, Podrascanin 11, Giannelli 4, Lucarelli 11, Lisinac 4, Rossini (L); De Angelis, Cortesia, Sperotto. N.e. Argenta, Sosa Sierra. All. Angelo Lorenzetti.
ARBITRI: Cerra di Bologna e Piana di Carpi (Modena).
DURATA SET: 27’, 26’, 30’, 30’; tot 1h e 53’.
NOTE: partita giocata a porte chiuse. Top Volley: 9 muri, 3 ace, 19 errori in battuta, 11 errori azione, 51% in attacco, 28% (15%) in ricezione. Itas Trentino: 4 muri, 8 ace, 18 errori in battuta, 8 errori azione, 52% in attacco, 41% (22%) in ricezione. Mvp Abdel-Aziz.

La cronaca del match. L’Itas Trentino scende in campo in terra pontina senza presentare variazioni all’abituale starting six: Giannelli in regia, Nimir opposto, Kooy e Lucarelli in banda, Podrascanin e Lisinac centrali, Rossini libero. La Top Volley risponde con Seganov al palleggio, Szwarc opposto, Randazzo e Tillie in posto 4, Rossi e Krick al centro, Cavaccini libero. L’avvio di partita è tutto nel segno di Nimir, che realizza subito tre ace uno in fila all’altro (3-0), poi ci pensa Lucarelli con un muro su Szwarc a difendere il cospicuo vantaggio (6-3). In seguito il match offre una lunga sequela di cambiopalla (9-6, 10-7), prima che Giannelli muri Randazzo e porti a quattro le lunghezze di vantaggio ospiti (13-9). Nella seconda parte del set l’Itas Trentino è brava a difendere quanto guadagnato in precedenza e poi ad allungare ulteriormente (+6, 20-14) con la pipe di Lucarelli. Il set si conclude addirittura +8 in corrispondenza del 25-17, con un errore di Randazzo e un altro ace, stavolta di Giannelli. 

Più equilibrato l’inizio del secondo periodo, in cui Cisterna prova a ribattere colpo su colpo sino al 5-5, prima di subire un nuovo spunto gialloblù che si materializza sugli attacchi di Nimir e Podrascanin (11-8 e poi 13-9). La Top Volley non demorde e con Randazzo e Tillie torna in partita (16-15, time out Lorenzetti); Trento fiuta il pericolo e riparte con Lisinac che fa pesare la sua presenza al centro della rete (20-17); Giannelli smarca nuovamente Nimir e il 2-0 arriva già sul 25-20. I padroni di casa partono a spron battuto nel corso del terzo periodo (2-4), nel tentativo di riaprire il match. Sul 3-6, contrattacco di Randazzo, Lorenzetti interrompe il gioco ma alla ripresa il tentativo di fuga pontino diventa ancora più consistente (5-10, 8-14), anche perché gli attaccanti gialloblù incocciano spesso contro il muro avversario. Nel momento più difficile della sua serata, l’Itas Trentino ritrova il piglio giusto grazie al servizio, stavolta di Podrascanin che con due ace ricuce sino al 13-16, poi Lucarelli firma il meno due (16-18). Cisterna fiuta il pericolo e riparte con Cavuto e Szwarc (18-22 e poi 22-25), dopo che Trento era stato in grado di risalire la china sino al 22-24.

L’Itas Trentino riparte di slancio nel quarto set, proiettata subito avanti da Kooy (3-1 e 5-2); i gialloblù non riescono a proteggere il vantaggio e piano piano si fanno riprendere dagli avversari (8-7), che pareggiano i conti a quota 13 a causa di un errore di Nimir. In seguito Cisterna metta la freccia con Cavuto (16-19); Trento vacilla (18-22), ma si riporta in carreggiata (22-22) con i servizi di Lucarelli. Ai vantaggi decide un grande muro di Podrascanin e un contrattacco di Kooy: 26-24 e 3-1.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy