Salta al contenuto principale

Perdono il sentiero: bloccati sul ghiaione

e soccorsi nella notte sopra Cortina

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 9 secondi

Intervento di emergenza, nella notte fra ieri e oggi, per una squadra del soccorso alpino di Cortina d'Ampezzo (Belluno), nella zona del Rifugio Vandelli, che si trova nella conca del gruppo del Sorapiss a 1.926 metri di quota.

La centrale operativa del 118 aveva ricevuto una chiamata da parte di alcuni escursionisti in difficoltà. Si trattava di tre ragazzi e una ragazza, tutti trentenni, che con un cane si erano incamminati alle 19 da Federavecchia verso il Vandelli.

Lungo il sentiero segnavia 217, complice probabilmente la visibilità in diminuzione data l'ora, hanno perso la traccia e hanno deviato per sbaglio finendo "incrodati" su un ghiaione scosceso, 400 metri sopra la via giusta, a quota 1.700.
I ragazzi si sono dunque trovati in una delle situazioni tipicamente da evitare, cioè nella situazione di non sentiersi in grado ormai di tornare sui propri passi perché si è proceduto troppo su un terreno infido.

I cinque soccorritori hanno ricevuto le coordinate Gps e sono partiti a piedi: in un’ora e mezza hanno individuato i malcapitati e sono saliti al ghiaione. La squadra ha assistito gli escursionisti per portarli via dalla zona pericolosa, assicurandoli con corda corta, due alla volta: tutti, assieme al cane, sono stati accompagnati al punto di partenza, in località Federavecchia, dove il gruppo è arrivato questa mattina alle 6.

Nella foto diffusa dal Soccorso alpino e speleologico veneto un momento della discesa, dopo l'intervento di salvataggio sul ghiaione.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy