Salta al contenuto principale

Picchia la compagna a sangue

e la cosparge di benzina:

arrestato a Mezzolombardo

La donna si salva dal poggiolo, lui bloccato dai Carabinieri

Chiudi
Apri

Alessi oCOSER @ladige

Tempo di lettura: 
1 minuto 7 secondi

Prima ha picchiato la compagna di 46 anni, poi le ha versato addosso del liquido infiammabile minacciando di darle fuoco: un uomo di Mezzolombardo, di 35 anni, è stato fermato dai Carabinieri poco dopo le 13,3o di oggi nella sua abitazione di via Bertagnolli, in pieno centro storico. I militi sono intervenuti insieme ai Vigili del Fuoco volontari, che hanno dovuto sfondare la porta dell'appartamento, e poi hanno immobilizzato l'individuo che avrebbe cercato di scagliarsi contro i militari.

L'allarme è venuto dalla donna stessa, che pur ferita e inzuppata di carburante è riuscita a uscire sul balcone gridando aiuto.

Dopo il movimentato arresto dell'aggressore, è stata soccorso dai sanitari, con l'intervento dell'eliocttero dei Vigili del Fuoco di Trento: trasportata d'urgenza al Santa Chiara, non è in pericolo di vita e non presenterebbe ustioni, ma ferite dal pestaggio subìto.

L'uomo si trova ora alla caserma dei Carabinieri, in attesa di essere interrogato e trasferito in carcere. 

L'uomo era già stato segnalato in passato, e le forze dell'ordine erano intervenute altre volte per liti in famiglia. I due sono conviventi, ma negli ultimi tempi l'uomo - un italiano nato in Brasile - era ai ferri corti con la donna. Oggi l'ha aggredita e malmenata e infine cosparsa di liquido infiammabile da una bottiglia. 

Sarà il magistrato di turno a decidere, in queste ore, se indagarlo per tentato omocidio o per aggressione.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy