Salta al contenuto principale

"C'è un rave-party a Cembra" arrivano i carabinieri, ma era una festa di compleanno: multati sei ragazzi

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 2 secondi

Nell’ambito dei controlli, effettuati dalla Compagnia Carabinieri di Cavalese, per l’osservanza delle disposizioni di contenimento contro la diffusione del COVID 19, con particolare attenzione alle serate dei fine settimana, anche nell’ultimo weekend sono stati contravvenzionati sei giovani.
Infatti verso le 23, sono giunte diverse segnalazioni telefoniche alla Centrale Operativa di Cavalese, da parte degli abitanti del comune di Cembra Lisignago, che segnalavano la presenza di un “rave party” in prossimità di un casolare, tra i vigneti.
L’Operatore, fatte convergere le pattuglie dei tre Comandi Stazione della valle e del Radiomobile della Compagnia verso il punto indicato, dopo poco è stato richiamato dal primo equipaggio, giunto in zona, perché nonostante il forte rumore e gli abbaglianti riflessi delle luci psichedeliche, sul posto aveva trovato soltanto sei ragazzi, tra i 18 e i 22 anni, tutti originari della provincia di Trento, che avevano organizzato una “semplice” festa di compleanno.
Purtroppo per loro, interrotto il concentramento dei rinforzi, ai Carabinieri intervenuti non è restata alternativa, che contestare a tutti la violazione della normativa anti-COVID -avendoli trovati fuori dalle ore 22 alle 5- e consegnare loro il verbale con la consistente sanzione amministrativa, comminata per inosservanza al D.P.C.M. del 3 novembre 2020.
I giovani, hanno così dovuto fare rientro a Trento e Pergine Valsugana.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy