Salta al contenuto principale

Fungaiolo scivola e precipita

in mezzo agli schianti al Redebus

lungo e complesso salvataggio

Chiudi
Apri

Ansa

Tempo di lettura: 
1 minuto 39 secondi
È stato elitrasportato ieri sera all'ospedale Santa Chiara di Trento per i traumi riportati a causa di una scivolata lungo un pendio impervio e scivoloso nel bosco nei pressi del passo Redebus, un fungaiolo del 1970 di Pergine Valsugana. L'uomo si trovava con la moglie nel bosco, sopra la strada provinciale che porta a malga Pec, quando ha perso l'equilibrio ed è ruzzolato sbattendo violentemente la testa e la schiena. La chiamata al Numero Unico per le Emergenze 112 è arrivata verso le 16.20 da parte della moglie. 
 
Il coordinatore dell'Area operativa Trentino centrale del Soccorso Alpino e Speleologico ha chiesto l'intervento degli operatori della Stazione di Pergine. Sul posto anche l'ambulanza, la Croce Rossa di Bedollo e i Vigili del Fuoco.
 
L'uomo si trovava in una zona impervia, caratterizzata dalla presenza di numerosi schianti. Il suo recupero si è quindi rivelato particolarmente complicato. Vista la dinamica dell'incidente e il posto in cui si trovava l'infortunato, è stato chiesto l'intervento dell'elicottero. Mentre i Vigili del Fuoco procedevano nel tagliare alcune piante per facilitare il recupero, gli operatori hanno stabilizzato l'infortunato e lo hanno imbarellato.
 
L'elicottero, una volta arrivato sul posto, ha verricellato il Tecnico di Elisoccorso e l'equipe medica e, successivamente, ha verricellato a bordo il paziente per il trasferimento all'ospedale Santa Chiara di Trento. L'intervento si è concluso verso le 19.

L'elicottero è intervenuto nel tardo pomeriggio in soccorso di una donna anche al rifugio Cima D'Asta “O. Brentari”. La donna, insieme a un'altra persona, stava rientrando al rifugio dopo aver scalato la via Lino-Egidio sulla parete di cima d'Asta quando ha perso l'equilibrio ed è caduta a terra sulla roccia. Nella caduta ha battuto la testa e l'arto inferiore. I due sono riusciti a proseguire autonomamente fino ad arrivare al rifugio da dove hanno chiamato il Numero Unico per le Emergenze 112 verso le 17.10. Il coordinatore dell'Area operativa Trentino orientale del Soccorso Alpino e Speleologico ha chiesto l'intervento dell'elicottero che è salito in quota, ha imbarcato la donna a bordo e la ha trasportata all'ospedale di Borgo Valsugana.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy