Salta al contenuto principale

Roncafort, ecco il nuovo parco

accolte le richieste della gente

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
2 minuti 8 secondi

Dopo quasi vent'anni di ragionamenti e confronti tra l'amministrazione pubblica e la cittadinanza, è stato inaugurato nel pomeriggio di ieri il parco di Roncafort. Un'opera, collocata in via Caneppele, fortemente richiesta dai residenti della zona per avviare una riqualificazione del quartiere periferico della città. L'area, realizzata su una superficie di circa 5mila metri quadrati, per lungo tempo rimasti in completo abbandono, si compone di un'area giochi per l'infanzia, un parcheggio da dieci posti auto e un breve percorso pedonale nel verde dotato di panchine e arredo, oltre ad un piccolo slargo che funge da piazza ed una lungo porticato parallelo al marciapiede sulla strada di accesso, che in un prossimo futuro potrà anche diventare una sorta di galleria coperta per manifestazioni o eventi di grande richiamo.

Costato complessivamente circa 800.000 euro, il parco, che si completa con una piastra polivalente per la pallacanestro e la pallavolo, è stato progettato in modo condiviso tra i residenti e gli uffici comunali. «Un parco non è solo un appezzamento di verde urbano - ha infatti spiegato il sindaco Franco Ianeselli, in occasione dell'inaugurazione - ma un luogo d'incontro e di scambio per le persone, un posto dove trovarsi e creare comunità. La storia stessa di questo parco racconta di una cittadinanza attiva e critica, che ha saputo anche dire di no all'amministrazione quando il progetto non rispondeva alle aspettative. Oggi iniziamo un percorso affinché non ci siano più periferie, ma ogni zona della città sia adeguatamente valorizzata a seconda delle proprie specificità».

L'area era destinata, inizialmente, alla realizzazione di un centro civico da parte di Itea Spa, dotato di spazi comuni e abitazioni a canone moderato. Il progetto, tuttavia, non è mai stato attuato. Ad inizio anni Duemila, la popolazione ha incominciato a chiedere a Palazzo Thun di ragionare sulla possibilità di realizzare uno spazio di aggregazione per un quartiere di circa 1.200 residenti. La progettazione è andata a rilento, fino all'approvazione del progetto definitivo, nel 2017.
«Roncafort è sempre stata vissuta come un dormitorio della città - ha spiegato la presidente della Circoscrizione di Gardolo Gianna Frizzera - Finalmente oggi ci troviamo a inaugurare uno spazio aperto alle persone. Il nostro obiettivo ora sarà quello di coinvolgere giovani e famiglie per garantirne la cura attraverso i progetti di gestione dei beni comuni».
Il parco è costeggiato da un tratto di pista ciclabile, mentre al centro dell'area verde è stata piantata una quercia, acquistata dagli stessi residenti, attraverso una lotteria, per celebrare il completamento dell'opera lungamente atteso. «Abbiamo voluto che ci fosse un simbolo, un segno di rinascita per la nostra intera comunità», ha concluso il portavoce degli abitanti Rinaldo Conotter.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy