Salta al contenuto principale

Sat, regole anti-Covid

sui sentieri e per le gite

con massimo 10 soci

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 41 secondi

Non solo laghi. Dopo un lungo periodo di inattività fisica per l’emergenza sanitaria i trentini si riprendono le "loro" montagne. Anche lungo i sentieri e nei pressi dei rifugi è bene ricordare alcune regole, soprattutto in vista dell’arrivo dei turisti e del rischio di assembramenti.
Dalla Sat centrale arriva un vademecum per i presidenti di sezione, ma utile a tutti i soci che si preparano alla ripartenza della stagione dei rifugi, con gite programmate ed escursioni di gruppo. È di alcuni giorni fa la lettera della presidente della Sat provinciale Anna Facchini che ricorda come l’attività sociale rimanga sospesa, così come c’è lo stop per tutti i corsi e le attività formative delle scuole di alpinismo, scialpinismo, escursionismo e alpinismo giovanile.

Per quanto riguarda le escursioni, il riferimento è alle indicazioni delle sezioni venete del Cai che equiparano le gite con l’attività di accompagnamento professionale. Tra le indicazioni, viene ricordato che in questa prima fase il numero massimo è di 10 soci più due capi gita, con iscrizione obbligatoria e conservazione dell’elenco partecipanti per almeno 14 giorni. Il trasporto viene organizzato in autonomia tra i partecipanti: se per i conviventi non ci sono problemi, per i conoscenti è prevista in auto la presenza di una sola persona oltre all’autista, entrambi con le mascherine e a distanza di un metro. Ogni partecipante all’escursione deve compilare un’autocertificazione dichiarando di non essere in quarantena e di non presentare sintomi da Covid-19. Vengono inoltre ricordate le regole di distanziamento lungo il sentiero: un metro con mascherina e due metri senza, ma con obbligo di indossarla quando si incrociano altre persone. Per la sosta pranzo all’aperto la distanza tra non conviventi è di almeno due metri.

Le sedi sociali della Sat possono essere riaperte, ma con divieto di assembramento e di organizzare incontri culturali, corsi o convegni. Sì alle riunioni dei consigli direttivi, ma solo se è garantito uno spazio di quattro metri quadri a persona. Tutti i locali devono essere sottoposti a pulizia e sanificazione straordinaria, con regolamentazione degli ingressi dei visitatori.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy