Salta al contenuto principale

In Trentino mascherine obbligatore da domani

nei supermercati e alimentari, ma non bastano

Fugatti: "Le stiamo distribuendo, vale il buon senso"

Il governatore: "Pensiamo di estendere l'obbligo agli autobus, preparatevi"

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 44 secondi

Le mascherine difficilmente saranno a disposizione di tutti, ma da domani comunque scatterà l'obbligo di indossarle per andare al supermercato o nei negozi di alimentari.

Il presidente della Provincia, Maurizio Fugatti, oggi durante la quotidiana conferenza stampa,  è tornato a parlare di mascherine ed è stato irremovibile nel dire che da domani sono obbligatorie nei negozi di alimentari, anche in Trentino, come in Lombardia perché l'a sua "ordinanza c'è" e andrà rispettata anche se "vale il buon senso".

"Oggi la Protezione civile le sta distribuendo. Vale il buon senso, - ha sottolineato -  la fase organizzativa ha i suoi tempi. Le mascherine distribuite ai supermercati non sono quelle chirurgiche ma quelle bianche che la Protezione civile nazionale ci aveva mandato. Hanno un utilizzo limitato quindi vanno bene anche se sono quelle che si sono viste più volte e criticate. Queste mascherine possono essere riutilizzabili. C'è l'ordinanza e quindi va rispettata".

Il governatore ha precisato che: "Altra cosa sono le mascherine che andranno in distribuzione da parte dei vigili del fuoco, due a persona, nei prossimi giorni". Evidenziando riguardo alla quantità assolutamente inadeguta che: "E' un primo approvigionamento".

 "Stiamo ragionando pel rendere obbligatorio l'uso delle mascherine per chi sale sugli autobus, anche per garantire la tutela degli autisti". Lo ha detto il presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti. "Lo diciamo adesso perché la gente va preparata per tempo", ha aggiunto.

Il governatore Fugatti si dichiara all'oscuro del fatto che ci siano prezzi alti delle mascherine in farmacia: "A me risulta che non si trovino proprio le mascherine. Se fosse vero che ci sono prezzi alti, interverremo".

La dottoressa Maria Grazia Zuccali dell'Azienda sanitaria ha precisato che: "Dobbiamo stare a casa il maggior tempo possibile e l'uso della mascherina fornita dalla Protezione civile servirà qualche mezzora al giorno non di più. La mascherina può essere sanificata utilizzando l'alcol".

Il presidente della Provincia ha sollecitato anche oggi a rispettare le regole e ha stigmatizzato l'alpinista che oggi durante una scalata è caduto richiedendo l'intervento dell'elicottero e del Soccorso alpino.

(Foto di Paolo Pedrotti)

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy