Salta al contenuto principale

Slalom gigante parallelo

le azzurre in pista a Lech

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 29 secondi

La giovane slalomista austriaca Chiara Mair è stata trovata positiva al Covid 19 e oggi non parteciperà al parallelo gigante di Lech, in Austria, nel Vorarlberg.

Assente dalla competizione anche l’americana Mikaela Shiffrin che, come già aveva lasciato intendere la scorsa settimana a Levi, ha preferito nuovi allenamenti.

Le ultime gare di Cdm a Lech furono due slalom uomini in due giorni nel dicembre 1994: li vinse entrambi l’azzurro Alberto Tomba. Uno di questi in maniera clamorosa visto che dopo un errore si era quasi fermato ma ripartì realizzando egualmente il miglior tempo .

A Lech, prima per le donne e poi per gli uomini oggi e domani torna il gigante parallelo secondo però una nuova formula, studiata dalla Fis per rendere questo tipo di gara, l’unica in questa stagione, più attraente ma anche più equilibrata.

Alle 17.45 su RaiSport le finali (aggiornamento in tempo reale), stamane sono già in corso le qualificazioni (i risultati live).

Il nuovo regolamento prevede che vengano utilizzati sci da gigante, con una distanza fra una porta e l’altra variabile dai 16 ai 20 metri.

Le qualificazioni sono previste al mattino su due manche (una sulla pista rossa, l’altra sulla blu), la cui somma di tempi determinerà la classifica che porterà nel pomeriggio alla fase decisiva, la gara vera e propria, i soli 16 atleti con i migliori 16 tempi contro i 32 del passato. In caso di uscita in una delle due manche il concorrente viene eliminato.

I sedici finalisti vengono poi posizionati in un tabellone tennistico con il tempo più basso che gareggia contro il tempo più alto e così via. I finalisti, dagli ottavi in poi, si affrontano con eliminazione diretta sempre su due manche , con i concorrenti che si alternano sulle due piste. Il tempo totale più basso accede al turno successivo. In caso di uscita nella prima delle due manche , il concorrente prende 0«50 centesimi di penalità. Il distacco massimo applicabile al termine della prima manche sarà così di 0»50. Nella seconda manche i cancelletti si aprono a tempo riferendosi al distacco accumulato nella prima , in maniera tale che il primo concorrente a tagliare il traguardo, sarà quello che avanzerà al turno successivo.

Gli eliminati negli ottavi parteciperanno al tabellone dal 9° al 16° posto, chi uscirà nei quarti concorrerà per il 5°-8° posto, infine i punti di fine gara verranno assegnati con la consueta modalità (100 al vincitore, 80 al secondo e così via fino a 1 punto per il 30simo) e varranno naturalmente per la classifica generale di Coppa del mondo, ma non per quella di specialità visto che non è previsto alcun altro parallelo per il resto della stagione. Ai Mondiali di Cortina 2021 il nuovo il format sarà invece presente sia nella gara individuale che in quella a squadre.

L’Italia si presenta oggi alle qualifiche mattutine con nove atlete: Marta Bassino, Federica Brignone (foto), Nicol Delago, Lara Della Mea, Sofia Goggia, Roberta Melesi, Martina Peterlini, Laura Pirovano e Marta Rossetti. Venerdì invece toccherà agli uomini con Luca De Aliprandini, Giovanni Borsotti, Roberto Nani e Hannes Zingerle.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy