Salta al contenuto principale

Di nuovo allerta arancione: fino a giovedì mattina pioggia e neve abbondante. Protezione Civile mobilitata, 60 persone ancora isolate a Ronco Chiesa

Le previsioni: altre 48 ore poi arriva il freddo

Chiudi
Apri

foto Isidoro BERTOLINI

Tempo di lettura: 
1 minuto 40 secondi

In Trentino permane l’allerta meteo arancione, alla luce di previsioni meteo che confermano nuove nevicate nelle prossime ore.

Lo ha stabilito la Sala operativa della protezione civile, che si è riunita alla presenza del presidente della Provincia Fugatti e del prefetto Sandro Lombardi. Destano ancora preoccupazione la stabilità idrogeologica dell’intero territorio e le precipitazioni in arrivo.

È possibile che si verifichino distacchi di valanghe anche dai versanti normalmente non soggetti a questo fenomeno: per questo motivo è stata diramata l’allerta rossa per valanghe.

Risulta infine isolata la frazione di Ronco, nel comune di Canal San Bovo, a causa del cedimento della strada provinciale 70 per una lunghezza di circa 50 metri. Il capo dell’esecutivo provinciale ha avuto un’interlocuzione con il sindaco, Bortolo Rattin. Trattandosi di una comunità di circa 60 persone, la Protezione civile mantiene sotto controllo la situazione e garantisce l’assistenza per eventuali emergenze.

LE PREVISIONI

Il tempo sarà improntato alle precispitazioni fino a giovedì mattina. Meteotrentino scrive che anche martedì sarà coperto con precipitazioni diffuse, più abbondanti sui settori sudorientali e nevose anche a quote molto basse.

Mercoledì molto nuvoloso con probabili precipitazioni al mattino e nevose anche a quote basse, in esaurimento dal pomeriggio.

Giovedì, venerdì e sabato schiarite alternate ad annuvolamenti con temperature invernali.

Il nostro collaboratore e appassionato di meteorologia Giacomo Poletti ci ricorda che iul weekend è stato il più piovoso da sempre in Trentino: «Si può dirlo senza timori di smentita: il peggioramento in corso è un inedito climatico, fra sabato e domenica stracciati moltissimi record plurisecolari di pioggia giornaliera (ore 9-9) a dicembre, come ha verificato Yuri Zwätschgebaum Brugnara dell’università di Berna:

- Trento (Laste): 78 mm (precedente 66 mm, dati dal 1893)
- Cavalese: 69 mm (precedente 58 mm, dati dal 1882)
- Cembra: 94 mm (precedente 62 mm, dati dal 1898)
- Pergine: 108 mm (precedente 72 mm, dati dal 1888)
- Bolzano: 78 mm (precedente 62 mm, dati dal 1884)
- Bressanone: 74 mm (precedente 40 mm, dati dal 1878)».

LEGGI ANCHE: La situazione delle strade valle per valle 

[nella foto di Isidoro BERTOLINI la neve oggi in Val di Sole]

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy