Salta al contenuto principale

Tamponi a pompieri e polizia

già da questa settimana

e poi a chi lavora nei negozi

Chiudi
Apri
Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 59 secondi

La Provincia intende estendere la politica dei tamponi a tutte le categorie in “prima linea”.

Lo ha annunciato ieri il presidente della Provincia, Maurizio Fugatti, al termine della quotidiana conferenza stampa spiegano che fino ad ora ci si era concentrati su operatori sanitari e sulle Rsa, ma adesso che i laboratori provinciali (Azienda sanitaria e Cibio) sono riusciti a garantire un ritmo che sfiora l’obiettivo dei 1.500 tamponi al giorno si può pensare di ampliare l’orizzonte.

“Abbiamo dato mandato - ha detto Fugatti - all’Azienda sanitaria di ampliare appena possibile i controlli tramite tampone alle forze dell’ordine, ai vigili del fuoco e anche alle persone che in queste settimane hanno lavorato e lavorano nei negozi di alimentari e supermercati per una lettura più generale della situazione dei contagi”.

Paolo Bordon, direttore generale dell’Azienda sanitaria, ha precisato che il Cibio sta cercando di produrre in proprio i reagenti per effettuare i tamponi. “Se riuscissimo ad averli - ha detto Bordon - saremmo più tranquilli, perché stiamo avviando una seconda fase su altre fasce di popolazione oltre agli operatori sanitari. Già questa settimana inizieremo a fare i tamponi alle forze di polizia e ai vigili del fuoco”.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy