Salta al contenuto principale

Studenti scatenati:

l'emozionante video

della "Rosa Bianca"

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
2 minuti 56 secondi

CAVALESE - Studenti, studentesse e qualche insegnante che ballano scatenati, stimolati dalla musica suonata da un deejay e dalla voce di un vocalist. Potrebbe essere una scena di una qualsiasi discoteca ed invece tutto questo è avvenuto all’Istituto La Rosa Bianca di Cavalese, dove è stato realizzato uno splendido progetto che ha voluto presentare la scuola sotto un punto di vista originale. Dando libero sfogo a loro, gli studenti, da un anno privati di una delle cose a loro più care: il divertimento.

Il risultato finale di questo progetto è un video che emoziona, perché miscela tutta l’energia che i giovani hanno dentro e la voglia di tornare ad essere protagonisti. In questo periodo dell’anno le scuole superiori sono solite presentare la propria offerta formativa ai possibili futuri studenti che, concluse le scuole medie, devono scegliere la direzione del proprio percorso scolastico. Quello che in una sola parola viene chiamato orientamento e che fino all’anno scorso consisteva in giornate in cui gli istituti aprivano le porte ai ragazzi e alle loro famiglie. Quest’anno la pandemia ha costretto le direzioni scolastiche a cambiare metodi e La Rosa Bianca ha quindi pensato ad una modalità originale mostrando la scuola a ritmo di musica.

L’ideatore di "Orientamento, il divertimento senza assembramento" è Michele Malfer, vicepreside dell’Istituto, che ha coinvolto nel progetto l’amico deejay Roby Dee (all’anagrafe Roberto Strazzeri) e il vocalist Chico Montini. «Ho pensato che dovevo trovare il modo per far divertire i nostri ragazzi e allo stesso tempo realizzare qualcosa di utile a promuovere la scuola - spiega Malfer, la voce narrante del video - L’orientamento scolastico quest’anno non poteva che confrontarsi con la situazione sanitaria e con le limitazioni che essa ancora comporta. Niente incontri dal vivo, visite alla scuola e quelle attività che generalmente proponiamo. In pratica, niente assembramento. Abbiamo però approfittato della rima per non perdere il divertimento. Ecco allora che è nato questo progetto originale. Un modo per raccontare una scuola che continua a essere viva, vivace e aperta. Una scuola che cerca di non arrendersi in questo periodo buio, che vuole mettere al centro i suoi studenti e quel loro bisogno di divertirsi, dimostrando come si possano fare cose educative anche fuori dagli schemi».

Le riprese sono state realizzate da due studenti de La Rosa Bianca con drone e videocamera in tre giornate di sabato (due nella sede di Cavalese, uno a Predazzo) a cui hanno partecipato centinaia di ragazzi e tanti colleghi. Alla realizzazione del video hanno partecipato la professoressa Barbara Tamburini, che ha cantato e collaborato in tutte le fasi dell’allestimento, e Stefano Tomasi, professore di ginnastica che si è occupato della coreografia, coadiuvato dai colleghi Leonardo Gaggiano e Manuela Caola. Protagonisti sono stati però tutti i docenti assieme al dirigente Marco Felicetti, che ha creduto fin da subito a questa idea progettuale che si sta rivelando un successo. Se sarà successo anche di iscrizioni lo sapremo con l’avvio del nuovo anno scolastico, ma intanto su YouTube il video in soli tre giorni ha già collezionato quasi duemila visualizzazioni.

«A conclusione di questo percorso originale pensiamo di aver centrato un primo obiettivo - afferma soddisfatto Malfer - In un tempo difficile vedere i nostri studenti ballare felici a suon di musica ci ha aperto il cuore. Abbiamo promosso partecipazione partecipando insieme, studenti e docenti, ad una attività di orientamento che, pur nel pieno rispetto del distanziamento, ha valorizzato aspetti individuali, sociali e collettivi che hanno prodotto effetti sia sui singoli studenti che sulla collettività scolastica».

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy