Salta al contenuto principale

Grandi emozioni con Manu Chao

ieri notte alla Campana dei caduti

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
0 minuti 55 secondi

Grandi emozioni, ieri sera, a Rovereto per l'attesissimo concerto di Manu Chao.
Un'esibizione forzatamente a numero chiuso, sotto la Campana dei caduti, davanti a circa cinquecento persone.

Grandi applausi per l'artista francese, con radici ispaniche, che ha proposto un viaggio a ritroso, partendo da brani pressoché inediti e recentissimi, nel proprio ricco repertorio, denso di canzoni che testimoniano dell'impegno civile e della sensibilità sociale e politica dell'artista già leader dei Mano Negra, autore di brani celbri quali Clandestino, Mr. Bobby, Desaparecido, Bongo Bong, Me gustas tu.

Due ore di concerto che hanno riscaldato il pubblico, lasciando naturalmente l'amaro a chi non è potuto esserci a causa di limitazioni numericheolle sopra la città, che molti avrebbero voluto vedere un po' più attenuate.

In ogni caso, un grande evento, un momento storico nelle vicende musicali del territorio.

E alla fine, composta manifestazione di denuncia dei lavoratori itnermittenti dello spettacolo, fra le categorie più colpite dalla crisi causata dal lockdown: hanno esposto striscioni per ricordare la loro condizione di emergenza occupazionale, con la gran parte degli eventi sospesi, cancellati o ridotti.

(foto da Fb della fondazione Campana dei caduti)

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy